Rispondi a: L’attuale diatriba Pasteur- Bechamp

#1078
AvatarEdoardo Di Leginio
Partecipante

Come Pasteur affermò: “il terreno è tutto, il microbo è nulla”
All’epoca si arrivò a dimostrazioni spettacolari, sembra che Pasteur stessò magiò una fetta di pane con sopra spalmato un terreno di coltura con batteri, etc. e sembra che non ammalò.
“Questa verità sul nostro “terreno” immunitario, è stata purtroppo abbandonata dalla medicina moderna, a beneficio di un approccio ”sintomatico” il cui risvolto più preoccupante sta nel fatto che colpendo l’agente patogeno, senza tenere conto dei delicati equilibri organici, si crea inevitabilmente il presupposto sia per l’innesco di ricadute, sia per nuove infezioni, indebolendo ancor più il già fragile organismo. Il ricorso eccessivo alle vaccinazioni e l’abuso/cattivo uso degli antibiotici rappresentano senza dubbio gli esempi più eclatanti di questo modo di operare.”

L’Ayurveda ci insegna che il terreno è un concetto molto più vasto che affonda le radice nella struttura fisica oltre biologica dell’individuo e si sottrae alle ‘semplificazioni’ (notate le virgolette perché il concetto è più complesso) del riduzionismo scientifico.

Comunque sia questa diatriba resta sempre molto affascinante ed è la fonte di molte fake-news.